Tipologia

L’Ecoscandaglio per Pesca da Riva: I 5 Migliori Modelli

Finora su questo blog abbiamo pubblicato recensioni ed articoli su ecoscandagli adatti a chi pratica la pesca in mare o in lago. Che dire di chi pratica la pesca da riva? O magari anche da un ponte? Oltre che a riva, la pesca può essere praticata in tantissimi luoghi e modi. Chi pesca a riva, ma anche da un kayak o da un molo, sa benissimo come:

  • i sonar non possono essere utilizzati – infatti sarebbe ridicolo pensare di montare un sonar sul molo, a riva, o su una piccolissima imbarcazione
  • un sonar che invia dati da grande profondità non serve – basta sapere quali pesci si muovono nel raggio di circa 50 metri, e fino ad una profondità massima di 50 o 60 metri

Se sei tra quanti praticano la pesca a riva, e stai cercando un fish finder adatto alle tue esigenze, in questo post troverai recensioni di quelli che a nostro modesto avviso sono i 5 migliori modelli di ecoscandaglio per la pesca da riva.


1. Ecoscandaglio per Pesca da Riva Lucky

Il Lucky è perfetto per tutti gli ambienti di pesca “ristretti” per così dire. Si tratta di un ecoscandaglio completamente portatile, che puoi mettere tranquillamente nella cassetta della pesca e dimenticare, fin quando l’allarme sonoro non si attiva per avvisarti dell’arrivo dei pesci. E’ inoltre un prodotto dal prezzo veramente competitivo, che ti offre le seguenti caratteristiche:

  • profondità di lettura da 2 a 100 metri
  • fascio sonar angolato a 45 gradi
  • informazioni sui pesci, sul fondo, e sulle strutture
  • trasduttore galleggiante, che puoi lanciare comodamente dell’acqua per iniziare a ricevere i dati sonar da subito
  • funzionamento con 4 batterie “AAAA”
  • 12 mesi di garanzia

Il display a due pollici è retroilluminato. L’ecoscandaglio pesa solo 480 grammi, ed ha dimensioni di 11 x 2 x 6 cm quindi puoi infilarlo comodamente ovunque, nella tasca laterale dei pantaloni o anche nel giubbotto. Ti ricordiamo che le batterie non sono incluse nella confezione, e quindi prima di iniziare ad usare questo ecoscandaglio portatile devi acquistarle separatamente.

Facciamo subito una precisazione: gli ecoscandagli per la pesca da riva in genere sono più economici degli ecoscandagli “convenzionali”. Ma in questo caso economico non significa “di cattiva qualità”. Semplicemente si tratta di un dispositivo sonar meno potente, e meno sofisticato. Ma a chi pesca in posizione statica, funzionalità quali il GPS, il Wi-Fi, il down imaging, e la condivisione delle immagini sui social in definitiva non servono. Basta sapere se i pesci stanno arrivando verso di noi oppure no.


2. Ecoscandaglio per Pesca da Riva Newben

A solo qualche euro in più del Lucky, l’ecoscandaglio per la pesca da riva Newben offre – oltre a tutte le funzionalità classiche dei fishfinder da riva – anche la connessione wireless. Inoltre, si tratta di un ecoscandaglio completamente ricaricabile, che funziona con 4 batterie “AAA”.

Comodissimo e leggero (25 x 8 x 11 cm), puoi tranquillamente riporlo in barca, metterlo in tasca o anche poggiarlo su una banchina, infatti è completamente impermeabile. Se stai pensando all’installazione del trasduttore, beh, in questo caso non è necessario forare scafi o montare staffe. Il trasduttore del Newben è racchiuso in una sfera di plastica impermeabile, che puoi fissare alla lenza e lanciare in acqua.

Il Newben ti consente una profondità di visione fino a 45 metri, grazie ad un fascio sonar orientato a 90 gradi. Inoltre, ti offre informazioni sulle condizioni marine, la temperatura dell’acqua, e le dimensioni dei pesci. Se pratichi la pesca notturna, il Newben è da preferire ad altri dispositivi simili, poiché ha display retroilluminato.

Unico neo, il manuale di istruzioni è completamente in inglese. Ma noi crediamo che si tratti di uno svantaggio di poco conto, poiché il Newben è un ecoscandaglio dal funzionamento veramente intuitivo.


3. Ecoscandaglio per Pesca da Riva Outlife

Chi pensa che gli ecoscandagli per pesca da riva non raggiungano una precisione elevata, con l’ecoscandaglio Outlife dovrà ricredersi. Infatti, questo dispositivo offre un’accuratezza nella localizzazione dei pesci fino a 10 cm. Questo significa che idealmente non appena l’allarme dello Outlife si attiva, significa che i pesci stanno nuotando vicino al sonar.

Chi pesca con due canne affiancate – una per lanciare il trasduttore dell’ecoscandaglio, ed una per la pesca vera e propria sa già che la preda è vicinissima. Chi pesca di notte, poi, sarà molto soddisfatto di questo dispositivo, poiché il il display retroilluminato. Quindi non serve utilizzare la lampada da fronte – che ha lo svantaggio di spaventare i pesci ed allontanarli. Poi, grazie al comodo cordino puoi tranquillamente appendere questo ecoscandaglio al collo: con i suoi 400 grammi e dimensioni di 24 x 10 x 8 cm pesa davvero pochissimo.

Per il resto, anche con l’ecoscandaglio per pesca da riva Outlife abbiamo una profondità di visione fino a circa 40 metri. Il sensore dello Outlife raccoglie informazioni sulla temperatura e la profondità dell’acqua, le dimensioni dei pesci ed il contorno del fondo. Quindi questo ecoscandaglio è adatto anche ai neofiti della pesca in barca.


4. Ecoscandaglio per Pesca da Riva Fishingsir

Il Fishingsir Modello 4330258445 è un ecoscandaglio per la pesca da riva, dotato inoltre della funzionalità wireless. Il sonar del Fishingsir è stato progettato con in mente proprio questo tipo di pesca, ed infatti:

  • opera sulla frequenza dei 125 kHz
  • consente una profondità massima di 45 metri
  • ha uno schermo dalla risoluzione di 240 x 160, e dal display a colori da 2,8 pollici, con immagini perfettamente visibili anche alla luce del sole
  • è impermeabile, quindi resiste a tutti gli spruzzi e gli schizzi che ti becchi se vai in kayak, ma anche se peschi da una banchina
  • offre supporto multilingue. Al primo utilizzo basta navigare nel menu utilizzando la pulsantiera, ed impostare l’italiano come lingua del dispositivo

Come nel caso di altri ecoscandagli per la pesca da riva, il trasduttore è rotondo, e va lanciato in acqua utilizzando una canna da pesca supplementare. Il Fishingsir è consigliato a chi pratica questo tipo di pesca, ma anche a chi si sta avvicinando al mondo degli ecoscandagli e cerca un prodotto dal prezzo accessibile, da usare per un tipo di pesca diversa.


5. Ecoscandaglio Deeper 3.0

E per chi vuole qualcosa in più, sia che pratichi la pesca da riva o anche la pesca in lago o in mare, presentiamo il Deeper 3.0. A differenza di altri ecoscandagli per la pesca da riva – che hanno funzionalità univoche, il Deeper 3.0 è molto più flessibile. Quindi può essere usato dalla riva, da un ponte, da un molo, ma anche per chi pesca in lago o in mare. Si tratta non tanto di un ecoscandaglio portatile, quanto di un sonar che invia i dati direttamente allo schermo del tuo cellulare o del tablet.

E’ una differenza fondamentale con gli altri modelli. All’apertura della scatola, se ti aspetti di trovare il classico ecoscandaglio per la pesca a riva – quello per intenderci con pulsantiera, schermo ed antennina, potresti restare un po’ deluso:

  • nella confezione trovi solo il sonar, che puoi fissare alla lenza e lanciare in acqua
  • la lettura dei dati avviene esclusivamente sullo schermo del tuo cellulare

Con questa soluzione, Deeper 3.0 raggiunge veramente il massimo della portabilità. Ed anche della compatibilità, perché Deeper 3.0 può essere usato con qualsiasi dispositivo dotato di connessione Bluetooth.

Chiaramente la portata del Bluetooth è limitata a circa 45 metri. Poi, con un sonar che opera sulle due frequenze di 90 e 290 kHz (fasci a 55 ed a 15 gradi) abbiamo soli 40 metri di profondità. Chi pesca da riva sa già che questo non è assolutamente un problema – una profondità di 40 metri è più che sufficiente. Chi pesca in barca ed è alle prime armi forse può pensare il contrario, ma considera che per la pesca ricreativa in molti casi una profondità di 40 metri è più che sufficiente.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,60 out of 5)

Loading...

Leave a Response